Incentivi e tempo di pay back per riqualificazione energetica: c’è ancora molta strada da fare

 L‘Energy Strategy Group del Politecnico di Milano ha effettuato una serie di analisi, presentate in uno studio di Casa24, che fornisce cifre non particolarmente rassicuranti per chi decide di eseguire interventi di riqualificazione energetica.

Il problema principale è che a seguito di interventi di riqualificazione energetica eseguiti senza incentivi a monte, il tempo di pay back -ossia il tempo necessario affinchè il risparmio sulle bollette vada a ripagare il costo iniziale sostenuto per le migliorie- è a volte drammaticamente lungo.

I costi per edifici vecchi di classe E o F presentano interventi di payback che aggirano intorno a:

  • 3 mesi per piccoli interventi sull’illuminazione
  • 3-4 anni per installazione di caldaie a condensazione
  • 5-6 anni per interventi di building automation
  • 12 anni per finestre con infissi in PVC e vetri a controllo solare

Ancora più difficile la situazione per edifici nuovi dove i tempi di pay back sono ancora più lunghi e possono arrivare a sfiorare i 20 anni in alcuni casi.

Dunque ancora molta strada da fare in un campo molto promettente e ricco di opportunità.